Ore 9, lezione di Etna per gli alunni paternesi di ‘Mamma Provvidenza’: escursione didattica sul vulcano

L’Etna vista da vicino dai bambini. I piccoli dell’istituto ‘Mamma Provvidenza’ di Paternò hanno fatto, nei giorni scorsi, la prima delle escursioni legate al progetto “Sicilia Bedda”. Un progetto che vede impegnate tutte le classi – dalla prima alla quinta classe elementare – in un percorso di conoscenza del territorio a noi vicino: tradizioni popolari, monumenti e aree naturalistiche.
Prima tappa l’Etna, gigante buono. Grazie a questa iniziativa, i bambini hanno l’opportunità di scoprire “A Muntagna” in tutti i suoi aspetti: dalla fauna alla flora, dai crateri spenti alle colate laviche. Ad accompagnare gli alunni sono i docenti-tutor dell’Istituto assieme a Giuseppe Barbagiovanni, responsabile regionale di SiciliAntica giovani. Nei giorni scorsi il rappresentante di SiciliAntica ha tenuto degli incontri con i giovani studenti sul tema “Etna: un vulcano da scoprire” nel corso dei quali ha mostrato le immagini delle varie eruzioni di questi anni.
La giornata “en plein air” dei ragazzi è trascorsa all’insegna della conoscenza e dell’apprendimento sui luoghi del vulcano. Un approccio didattico e costruttivo “in presa diretta” per i giovani studenti.
La prima parte dell’escursione è stata dedicata alla conoscenza dei crateri Silvestri e alle colate laviche, soprattutto quella 2001 che invase la stazione sciistica del versante Sud (Rifugio Sapienza). Divertente la visita alla Casa delle Farfalle a Zafferana per conoscere le varie specie di farfalle che vivono sull’erba. Tappa finale la visita al guidata al Mula, il museo della lava a Viagrande.

Pubblicità
Avatar

Riguardo l'autore Corriere Etneo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.