Paternò, si corre ai ripari contro i vandali nelle scuole: ad agire sono minori ‘under 16’

 

Di recente i vandali hanno fatto sentire la propria azione dentro la scuola materna “Buonarroti”, nel rione Scala vecchia dove, dopo aver creato un buco nella vetrata di una delle porte d’ingresso con delle grosse pietre, hanno svuotato gli estintori nelle varie aule e danneggiato i giochi dei piccoli alunni. La scuola è chiusa da almeno 5 mesi visto che per motivi di sicurezza , causa tetto ammalorato, la struttura non è utilizzabile.

Fatto il necessario sopralluogo da parte delle autorità locali i lavori di riqualificazione dovrebbero iniziare tra qualche settimana.

Per garantire la sicurezza degli immobili i dirigenti delle varie scuole comunali hanno provveduto a spese proprie a piazzare sistemi di videosorveglianza nelle scuole, in alcuni casi hanno fatto ricorso alla vigilanza privata. Una soluzione che ha prodotto effetti positivi in quanto si sarebbero registrati rari casi di intrusione. Non a caso ladri e vandali sono entrati in azione nelle strutture dove il sistema d’allarme e ‘assente o del tutto inattivo. Si presume che ad agire siano degli adolescenti, in particolare minorenni ‘under 16’ che vivono nei quartieri dove si trovano gli immobili comunali oggetto delle vandalizzazioni. Balordi che entrano in azione solitamente nel corso dei fine settimana o nel periodo caratterizzato da festività in genere. Per questo il timore maggiore è quello che oggi – 2 maggio – all’apertura degli edifici pubblici, in particolare scuole o biblioteca comunale o centri di incontro per anziani e adolescenti, vandali o ladri – approfittando della festività del primo maggio – siano entrati in azione devastando edifici pubblici e il loro interno.

Riguardo l'autore Redazione

1 Comment

  1. Ma dal video diffuso in rete non si è riusciti a risalire ai due minori inquadrati? Una punizione esemplare sarebbe utile in questo caso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.