Teatro Giovane e Pupi storici incantano Gorizia a Gusti di Frontiera: applausi ai teatranti di Paternò e Belpasso (VIDEO)

Ha sfiorato un milione di visitatori l’appuntamento Gusti di Frontiera che a Gorizia accoglie – ogni anno – il meglio delle tradizioni enogastronomiche.
Sono state 46 le Nazioni partecipanti…più Paternò e Belpasso (passateci la battuta).
La Regione Sicilia è stata rappresentata con vari angoli di paradiso culinario. Il top, lo si è raggiunto nel grandissimo stand di “TinchiTè” di Marco Pugliara dove oltre ai piatti legati alla tradizione siciliana c’era anche uno spazio dedicato all’Opera dei Pupi Siciliani: il Teatro Giovane “Turi Pappalardo” di Paternò con lo spettacolo dell’Opera dei Pupi e i Pupi storici di Martino Rabuazzo.

Venerdì 27 e sabato 28 – dalle 10 di mattina fino a mezzanotte, senza soluzione di continuità – gli spettacoli sono andati avanti al ritmo di uno ogni mezz’ora. Nemmeno la pioggia è riuscita scoraggiare attori e spettatori: questi ultimi hanno aperto gli ombrelli e si sono goduti lo spettacolo dei Pupi.
Per gli stranieri, la comprensibilità della lingua siciliana è stata un dettaglio.
Davanti al “teatrino” si è formata una folla straripante che ha impedito anche il passaggio sulla via: I bambini davanti e gli adulti dietro. “Era uno spettacolo per noi – affermano gli attori della compagnia – vedere loro, incantanti da ciò che stavamo facendo”.
“La fatica è nulla di fronte a una indescrivibile soddisfazione, – spiega Francesco Pappalardo, uno dei registi – ci riempie di gioia avere degnamente rappresentato la Sicilia, la Città di Paternò e la Città di Belpasso”.
Inevitabile, dopo il successo ottenuto, la riconferma per l’edizione 2020.

Clicca qui per vedere il VIDEO dell’Opera dei Pupi.

Pubblicità
Avatar

Riguardo l'autore Redazione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.