Adrano, torna in libertà Giuseppe Leocata: era ai domiciliari dopo “Black Lotus”

Lascia i domiciliari e torna in libertà l’unico adranita coinvolto nell’operazione dei Carabinieri denominata “Black Lotus” contro gli esponenti del clan Santapaola-Ercolano. Si tratta di Giuseppe Leocata, 41 anni. L’adranita – difeso dall’avv. Francesco Messina – era destinatario di un provvedimento per intestazione fittizia di beni. La quinta sezione penale del Tribunale di Catania – presieduta da Sebastiano Mignemi – ha annullato l’ordinanza di applicazione della misura cautelare e ha ordinato l’immediata liberazione dell’indagato.

L’operazione, definita “Black Lotus” è il frutto di un’indagine nata nel 2015, a seguito di una denuncia da parte di un imprenditore che aveva subìto estorsioni.
Nel mirino degli investigatori il gruppo “San Pietro Clarenza e Barriera” ed il gruppo di “Lineri” operanti nei territori di Camporotondo Etneo, San Pietro Clarenza, Misterbianco e Belpasso.
Ognuno aveva autonomia decisionale ma sempre in funzione delle direttive ricevute dai vertici del clan, ovvero Francesco Santapaola, Antonio Tomaselli ed Aldo Ercolano.

Pubblicità
Avatar

Riguardo l'autore Redazione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.