Paternò, dopo furto all’Apas Circolo Almirante avvia raccolta fondi: danni per 10 mila euro

A distanza di 24 ore dal furto ai danni della sede dell’Apas, associazione di protezione civile, si stanno moltiplicando gli attestati di condanna del gesto e di solidarietà nei confronti della struttura di volontariato indirizzati al presidente Salvo Pappalardo. I ladri hanno portato via un gruppo elettrogeno, un impianto di amplificazione, vari faretti per l’illuminazione dei campi base di protezione civile, un quadro elettrico con annessi cavi in rame e condizionatori d’aria.Trafugati anche diversi chilogrammi di pasta. Un furto di circa 10 mila euro con i ladri che hanno messo in difficoltà l’alas sul piano operativo. Si corre ai ripari con la promozione di iniziative finalizzate a raccogliere fondi a favore della protezione civile. In particolare Carmelo Tirenna, in rappresentanza del circolo “Giorgio Almirante “ di Fratelli d’Italia, ha inviato una missiva all’assessore alla protezione civile Vito Rau per informarlo di dell’avvio di una raccolta “fondi a favore dell’Anas L’iniziativa si chiama “30 giorni per Paternò”. Abbiamo avviato – si legge nella missiva di Carmelo Tirenna – una raccolta fondi all’interno del nostro Circolo e ci stiamo attivando nel coinvolgimento di quanti, associazioni, circoli, gruppi, vorranno aderire. La raccolta durerà trenta giorni e allo scadere dei trenta giorni verrà organizzata una manifestazione pubblica in un luogo simbolico per Paternò in cui tutte le associazioni aderenti al progetto consegneranno all’Anpas quanto raccolto al proprio interno.”
Nella lettera il circolo “Giorgio Almirante“ evidenzia che Paternò “non può e non deve più restare in silenzio. La nostra città ha nobili radici antiche, copiose bellezze storiche, architettoniche e paesaggistiche, eccellenze culturali e professionali, imprenditori e commercianti solidi e coraggiosi, un associazionismo solidale e fortemente impegnato. E’ giunto il momento di reagire contro chi sta tentando di sporcare tutto questo”.
Sulla vicenda l’assessore Vito Rau ha specificato che il furto è da considerare “un gesto meschino e indicibile; l’Apas è una associazione seria e fondamentale per il nostro territorio. Lo dico da cittadino prima che da assessore alla protezione civile: uomini e donne che lavorano giornalmente gratuitamente anche per i delinquenti che hanno commesso il furto.”

Pubblicità
Avatar

Riguardo l'autore Redazione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.