Paternò, una sola busta per la gestione temporanea della piscina: si aggiudica gara società di Giarre

E’ la “Body System Group” di Giarre la società che si è aggiudicata in modo provvisorio la gestione temporanea, ossia per nove mesi, della piscina comunale “Giovanni Paolo II”.

La busta contenente l’offerta economica della società in oggetto, affiliata alla Fin, è stata l’unica pervenuta al Comune di Paternò. Infatti, nell’attesa dell’espletamento del bando di gara e della successiva aggiudicazione (obiettivo dell’ente comunale affidare la gestione dell’impianto per 15 anni, con un importo pari a 8 milioni di euro) il Comune attraverso una determina aveva disposto l’affidamento temporaneo del servizio mediante “procedura negoziata con il criterio di aggiudicazione del maggior rialzo”, come si legge nel verbale di gara redatto dai componenti della Cuc centro unico di committenza a cui è stato affidato l’espletamento della procedura di gara.

Pertanto l’ente comunale aveva bandito una manifestazione pubblica di interesse, invitando 9 società sportive: oltre alla Body System Group, l’invito era stato inviato anche a Aquafiplus, Kaos Team, Italia M.C.N., Kiran Clud Nuoto Caltagirone, Poseidon Sport, Swimming Caltanissetta, Sicilia Nuoto, Waterpolo Guinness.

Ieri c’è stata l’aperta delle buste. Una soltanto quella pervenuta che ha partecipato al bando: quella della Bodysystem Group di Giarre, la quale ha presentato un rialzo del 10%, pari a 250 euro, sul canone mensile previsto dal bando che è di 2500 euro.

Adesso si aspetta l’aggiudicazione definitiva “subordinata all’esito positivo delle verifiche sui requisiti soggettivi e tecnici dichiarati in sede di gara”.

L’intento dell’amministrazione è di aprire l’impianto il 20 di dicembre.

Pubblicità
Avatar

Riguardo l'autore Redazione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.