Adrano, Sammartino e Sudano battezzano Italia Viva: in Consiglio il gruppo con Cancelliere e Zignale

Italia Viva anche ad Adrano. Addio movimento Adrano 2.0, anche sotto il Castello Normanno prende forma il partito di Renzi che nell’Isola e, soprattutto, nel territorio catanese, porta il nome di Luca Sammartino. Ieri il deputato regionale e la senatrice Valeria Sudano a Palazzo Bianchi hanno tenuto a battesimo il gruppo consiliare nuovo di zecca. E’ stata un’uscita dai grandi numeri: sala super affollata con una significativa presenza di giovani.

In sala, a seguire i lavori, anche il presidente dell’Acoset Diego Di Gloria, il presidente del Consiglio comunale Aldo Di Primo e il consigliere Agatino Scardina.
Dentro l’assemblea cittadina, d’ora in poi, ad affiancare il consigliere Luigi Cancelliere è la ‘new entry’ Massimiliano Zignale.

Italia Viva – altra novità – apre una sede ad Adrano: “Vogliamo ascoltare gli adraniti” spiega Zignale. “Il nostro obiettivo – gli fa eco Luigi Cancelliere – è anche quello di avvicinare i giovani alla politica, i giovani e quanti credono nella politica del fare”.
Salvo Monciino, coordinatore cittadino, punta l’attenzione sul futuro prossimo del nuovo partito in tutto il territorio dell’Isola perché, afferma “…se riparte la Sicilia, riparte l’Italia”.

Sudano e Sammartino pensano già all’incontro nazionale di domenica, nell’ambito del quale il neo partito comincerà a darsi una struttura
territoriale. La senatrice Sudano, alla maniera di Renzi, definisce Italia Viva una “grande casa” per quanti non vanno a votare e manifestano il proprio disagio; usa toni duri per il Governatore Musumeci e per quanti rinnegano la ‘continuità territoriale’ approvata su base nazionale. Preannuncia, infine, l’inserimento nel Milleproroghe del governo nazionale delle ‘zone franche’ per la Sicilia.

Il deputato regionale Luca Sammartino spiega che a febbraio il neo partito farà – assieme al ministro alle politiche agricole Bellanova – una ricognizione del territorio. Definisce il neo partito di Adrano “una porta d’accesso” per i cittadini che vogliono partecipare a un progetto politico. Sorride quando il Corriere Etneo gli chiede se, ad Adrano, Italia Viva ha intenzione di collaborare con l’amministrazione D’Agate e chiarisce, a scanso di equivoci, che “…noi ad Adrano abbiamo perso le elezioni, tocca ad altri governare.”

Pubblicità
Avatar

Riguardo l'autore Redazione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.