Catania, custodia in carcere per il 42enne accusato di duplice omicidio: ci sarà incidente probatorio

Il gip del tribunale di Catania Giuseppina Montuori ha emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Giuseppe Sallemi, 42 anni, lentinese, il custode del fondo agricolo di contrada Xirumi, tra le province di Catania e Siracusa, accusato del duplice omicidio di Massimo Casella, 47 anni, e Agatino Saraniti, di 19 anni, catanesi, uccisi a colpi di fucile.

Nel corso dell’interrogatorio, successivo al fermo disposto dal pm di Siracusa, Andrea Palmieri, l’indagato avrebbe ammesso di avere sparato, ma poiché minacciato dalle vittime, insieme alle quali c’era una terza persona, Gregorio Signorelli, 6 anni, anche lui raggiunto dagli spari e tutt’ora ricoverato in gravi condizioni a Catania.

Lo stesso gip ha accolto la richiesta di incidente probatorio della difesa del custode, per cui il perito sarà indicato dal giudice ed all’esame potrà partecipare un consulente di parte della difesa.

Pubblicità
Avatar

Riguardo l'autore Redazione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.