Coronavirus, Musumeci: “Non siamo ancora nella fase rossa. Possiamo non arrivarci se facciamo il nostro dovere”

Coronavirus, Musumeci: “Non siamo ancora nella fase rossa. Possiamo non arrivarci se facciamo il nostro dovere”

“Con il cuore e la ragione, spero che entro qualche mese questa vicenda possa essere un triste ricordo”.

Questo l’auspicio del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, ospite della prima puntata della 16esima edizione di Casa Minutella su BlogSicilia.it.

“Sapevamo che il virus sarebbe tornato dopo il mese di maggio e giugno e, durante quei mesi, abbiamo elaborato strategie per le strutture ospedaliere.

Abbiamo lavorato per avere la delega dal commissario Domenico Arcuri per intervenire negli ospedali e per migliorare i reparti Covid con la somma di 122 milioni di euro”, ha affermato Musumeci.

E ancora: “Spero che l’incremento dei contagi si possa fermare a novembre ma da quello che colgo in giro, ho l’impressione che il contagio aumenterà.

In Sicilia, però, non siamo ancora nella fase rossa ma possiamo non arrivarci se ognuno di noi fa il suo dovere”.

Musumeci ha poi sottolineato che “le aziende hanno il dovere di seguire le disposizioni ma anche il diritto di portare a casa il pane per il titolare e i dipendenti. Dallo Stato, quindi, servono interventi concreti e possibilmente in tempi celeri.

La Regione, in tal senso, metterà sul tavolo una somma di qualche migliaio di euro. Questo perché abbiamo immaginato che ci vuole non solo la capacità di sopportazione ma anche liquidità”.

Avatar

Riguardo l'autore Redazione

1 Comment

  1. Ma questo Musumeci che dice??? fa propaganda politica con il covid, nel frattempo nella provincia di Catania di vaccino antinfluenzale nei medici di base non se ne vede. e l’assessore della salute Razza che fa? …siamo messi male in sicilia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.