Bronte, grazie all’Hub Vaccinale oltre 2 mila dosi in una settimana. Mollica: “Lavoro con una squadra preparata”

Bronte, grazia all’Hub Vaccinale oltre 2 mila vaccini in una settimana. Mollica. “Lavoro con una squadra preparata”

Procede a gonfie vele il lavoro dell’Hub Vaccinale Ciclope Bronte che, a una settimana dall’apertura, ha già somministrato alla popolazione più di 2000 dosi di vaccino anti Covid-19.

Tantissimi i cittadini che, approfittando dell’Open-Day, hanno deciso di vaccinarsi. In media sono state inoculate 300 dosi giornaliere. Il personale dell’Hub si ritiene soddisfatto del numero delle vaccinazioni raggiunte in così poco tempo e delle modalità di gestione, nonostante l’accavallamento degli appuntamenti dovuto alla chiusura di altri centri vaccinali.

Il direttore dell’Hub, il dottor Antonio Mollica, si mostra compiaciuto e soddisfatto poiché circondato da un team che lavora in sinergia.

“Disponiamo di una squadra da fare invidia: informatici e amministrativi ben organizzati, infermieri preparati ma soprattutto umani, e medici capaci di comprendere e supportare le esigenze dei pazienti – dice Mollica – non abbiamo mai buttato alcuna dose di vaccino perché i medici di base hanno sempre trovato qualche paziente disposto a vaccinarsi, non pensando nemmeno al loro guadagno personale”.

Nonostante le numerosi vaccinazioni sono ancora molte le persone che, per paura o per mala informazione, non si sono sottoposte alla prima dose di vaccino.

“La medicina è una scienza esatta – continua Mollica – e risposte non precise generano il dubbio. Per tale motivo stiamo cercando di rassicurare le persone e incentivare le vaccinazioni, prolungando l’Open Day ed estendendolo anche agli studenti e ai ragazzi over 12”.

Per gli studenti, Mollica predisporrà un apposito team così da gestire al meglio l’affluenza e velocizzare le vaccinazioni.
Nessuna criticità nel modo di intendere questa campagna di vaccinazione poiché il desiderio di tutti sarebbe che la zona diventasse covid-free.

Riguardo l'autore Erika Samperi

Erika Samperi, di anni 20, è una studentessa universitaria, orgogliosamente siciliana. Impegnata attivamente nel sociale, ama l'arte in tutte le sue forme, leggere e viaggiare. Cresciuta a pane e fiabe dei fratelli Grimm, nutre un amore sviscerato per i grandi classici della letteratura italiana e per il jazz e il blues americano. Spera di poter completare gli studi e continuare a scrivere raccontando la vita che la circonda.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.