Paternò, riqualificazione pubblica illuminazione: 260 mila euro dal governo nazionale

Paternò, riqualificazione pubblica illuminazione: 130 mila euro dal governo nazionale

Con 260 mila euro, provenienti dal Ministero dell’Interno, il Comune di Paternò prova a sistemare alcuni impianti di pubblica illuminazione ormai vetusti e a ridare la luce in quella parte di città dove ancora manca.

In particolare, lo scorso 11 agosto l’amministrazione comunale aveva approvato la delibera relativa al progetto esecutivo dei lavori di riqualificazione dell’impianto di pubblica illuminazione di Piazza san Francesco di Paola (attualmente interessata da lavori di riqualificazione) per la realizzazione di impianti di pubblica illuminazione presso Corso Marco Polo ( arteria viaria del quartiere Scala Vecchia lunga circa un chilometro) e installazione di kit fotovoltaici.

Nei giorni scorsi è stato assegnato l’appalto con “la gara interamente gestita – si legge nella determinazione nr 170 del 3 settembre scorso da parte del responsabile del settore lavori pubblica- , per via elettronica, dalla stazione appaltante Comune di Paternò tramite la piattaforma per gli acquisti sul Mercato Elettronico per la Pubblica Amministrazione (Mepa) gestito da Consip SpA”.

A vincere l’appalto una ditta di Vicenza la quale dovrebbe iniziare i lavori entro il prossimo 15 settembre.  E sempre  tramite piattaforma Mepa, in data 25 agosto  il “Comune ha predisposto – si legge nella determinazione dirigenziale  nr 169 del 3 settembre-  la procedura di affidamento diretto dei lavori di riqualificazione dell’impianto di pubblica illuminazione della collina storica di Paternò.

Ad aggiudicarsi i lavori sempre per un importo di altri 130 mila euro che arrivano dal Ministero dell’Interno, la ditta di Vicenza. I lavori consistono nel riqualificare l’intero impianto sostituendo i cavi in rame rubati anni addietro che hanno lasciato la Collina storica al buio in mano ai vandali e ladri. Anche in questo caso i lavori dovranno iniziare entro il prossimo 15 settembre.

Riguardo l'autore Redazione

1 Comment

  1. Beh oltre al rifacimento delle strade rimaste al buio a causa dei furti dei cavi elettrici di rame sarebbe opportuno rifare, potenziando l’illuminazione, la via E. Bellia lato ovest (tratta incrocio via G.B. Nicolosi incrocio via Nazario Sauro) in quanto la ditta che ha effettuato l’impianto e chi l’ha commissionato hanno risparmiato molto sui corpi illuminanti e su lumen. Saluti al signor Sindaco di Paternò che parla sempre su F.B. vergogna

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.