Biancavilla, giunta azzera la tassa sui rifiuti per le partite Iva: per utenze domestiche taglio del 48%

Biancavilla, giunta azzera la tassa sui rifiuti per le partite Iva: per utenze domestiche taglio del 48%

La giunta comunale di Biancavilla ha approvato una delibera che azzera la TARI 2021 (tassa sui rifiuti) per quasi tutte le partite Iva e taglia del 48% la parte variabile delle bollette.

“Alle agevolazioni attraverso i fondi nazionali e regionali abbiamo aggiunto i benefici che derivano alla città di Biancavilla per l’alta percentuale – oltre l’80% – di raccolta differenziata- afferma il sindaco Antonio Bonanno- Il risultato è che le bollette dei cittadini saranno meno salate e tutto ciò in controtendenza rispetto agli aumenti indiscriminati nell’ambito del settore energetico. La Tari 2021 sarà azzerata del tutto per gran parte delle partite Iva- evidenzia il primo cittadino biancavillese- Le poche eccezioni riguardano le attività non penalizzate dalla crisi legata all’emergenza covid. Per le utenze domestiche il taglio netto è del 48% sulla parte variabile”.

Secondo le previsioni della giunta a fine anno i cittadini dovrebbero ricevere una bolletta di conguaglio molto “leggera” – pochi euro appena – rispetto alle precedenti.

“E’ una boccata di ossigeno anche per i piccoli commercianti che provano a risalire la china dopo i grandi disagi provocati dalla pandemia- ha detto Bonanno- Ridurre una tassa del genere in maniera significativa è un risultato sorprendente. Voglio ricordare, infatti, che in questi mesi abbiamo subito l’aumento dei costi di conferimento dei rifiuti a causa della chiusura di alcune discariche. Gli uffici comunali che si occupano di rifiuti e di tributi (con la dott.ssa Papotto) hanno fatto un ottimo lavoro. Vanno ringraziati anche i cittadini: è merito loro avere raggiunto una percentuale altissima di raccolta, grazie alla quale sono scattate le premialità”.

Riguardo l'autore Redazione

1 Comment

  1. Aspettiamo di vedere cosa farà il comune di Paternò nello specifico il Sig. Sindaco Naso ( sempre con la fascia tricolore sulla spalla e forbici in mano a tagliare nastri) e il suo fidato Assessore Gulisano ( all’ecologia) che non apre i locali igienici del parco del sole dal mese di marzo del 2020

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.