Randazzo, inaugurata la nuova elipista: base d’atterraggio per la Forestale contro gli incendi

Randazzo, inaugurata la nuova elipista: base d’atterraggio per la Forestale contro gli incendi

Inaugurata a Randazzo la nuova elipista realizzata per volere della Commissione Straordinaria (Alfonsa Caliò, Cosimo Gambadauro, Isabella Giusto) in collaborazione con il Corpo Forestale.

Alla cerimonia erano presenti il Prefetto di Catania, Maria Carmela Librizzi, e l’assessore regionale del territorio e dell’ambiente.

L’elipista è stata realizzata su un terreno comunale sito in località Pignatuni Arena, ed è destinata esclusivamente come base di atterraggio per gli elicotteri del Corpo Forestale dello Stato.

L’iniziativa, finalizzata alla tutela ed alla salvaguardia del territorio e dell’ambiente, è stata promossa dalla Commissione Straordinaria, tenuto conto sia del monitoraggio effettuato sugli incendi che, nella scorsa stagione estiva, hanno interessato il territorio, sia delle attuali ed eccezionali condizioni metereologiche, caratterizzate da scarsissima piovosità, tali da determinare una elevatissima pericolosità per il rischio di roghi, anche in considerazione della peculiare conformazione delle aree cittadine interessate da cospicua superficie boschiva. In particolare, la Commissione Straordinaria ha attenzionato, immediatamente, a seguito di incontri con gli altri attori istituzionali interessati, la presenza di una sola elisuperficie sul territorio, nello specifico nell’area dell’Azienda Foreste Demaniali denominata “Parco Sciarone”, già in uso, però, alle attività di elisoccorso del 118, ravvisando, pertanto, la necessità di prevedere la realizzazione di altra elisuperficie da destinare, esclusivamente, alle operazioni antincendio, in maniera tale da scongiurare, per motivi di sicurezza e rischio di interferenze, interventi concomitanti e, quindi, l’utilizzo contemporaneo per i due distinti servizi.

La località Pignatuni Arena è stata ritenuta idonea per la realizzazione dell’elipista; assegnati temporaneamente alcuni locali del centro Direzionale del Patto Jonico Etneo di proprietà comunale, al fine di un idoneo appoggio logistico per il personale pilota e tecnico adibito all’elicottero.

Avatar

Riguardo l'autore Redazione

1 Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.