Catania, 8 arresti per mafia: pizzo alle farmacie e progettato omicidio

arresti
Non solo estorsioni a tre farmacie di Mascalucia. Stavano per commettere l’omicidio dell’affiliato ad un gruppo malavitoso rivale, sarebbe stato, infatti, nei piani dei sette arrestati dai carabinieri in provincia di Catania. Per questa ragione i carabinieri della compagnia di Gravina di Catania hanno operato d’iniziativa sottoponendo a fermo di polizia giudiziaria, poi convalidato in arresto dal gip, con l’accusa di estorsione le sette persone. Sono Fabio e Rosario Cantone di 31 e 62 anni; Alfio e Antonio Carciotto di 57 e 27 anni; Salvatore Mazzaglia di 61; Salvatore Puglisi di 39 anni; Salvatore Tiralongo di 43 anni. Un’ottava persona Giuseppe Puglisi di 32 anni è stato raggiunto dalla misura cautelare in carcere a Bicocca dove si trovava recluso per altri reati. Sono tutti affiliati o vicini al clan Santapaola-Ercolano.
Scoperte tre estorsioni da mille euro l’anno ai danni di tre farmacie che da oltre 10 anni erano obbligate a pagare, con la minaccia di gravi ritorsioni. Sono stati i carabinieri dopo avere effettuato intercettazioni, pedinamenti e servizi di osservazione, a fare emergere la responsabilità degli arrestati, che è stata poi confermata anche dalle dichiarazioni delle stesse vittime. 
Le foto degli arrestati.

Avatar

Riguardo l'autore Redazione Adrano

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.