Racket fibra ottica: la polizia di Enna arresta catanese del clan Santapaola

Ordinanza di arresto per un esponente del clan catanese Santapaola Ercolano, accusato di gestire il racket delle estorsioni sulla posa della fibra ottica a Catania. L’ordinanza è stata emessa nell’ambito delle indagini condotte dalla Polizia di Enna e coordinate dalla Dda di Caltanissetta, che lo scorso marzo aveva portato all’operazione Capolinea, che aveva portato a sei arresti. L’ordinanza è stata notificata a Filippo Scalogna, 58 anni di Catania Catania, detenuto dal marzo scorso per scontare una condanna definitiva per associazione mafiosa. L’operazione Capolinea che ha portato a sei misure cautelari nei confronti di esponenti dei clan mafiosi di Enna e delle famiglie “Santapaola-Ercolano” e “Cappello-Bonaccorsi” di Catania, che imponevano la tangente sui lavori di posa della fibra ottica ad un imprenditore ennese, che effettuava lavori di posa della fibra ottica nelle province di Catania e Siracusa ed in alcuni quartieri di Catania. Le indagini danno permesso di risalire a Scalogna, che sarebbe stato il promotore delle estorsioni sui lavori di posa della fibra ottica. 

Pubblicità
Avatar

Riguardo l'autore Corriere Etneo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.