Adrano, Bulla e i ‘leghisti di Sicilia’ all’Ars incontrano Salvini: difesa del marchio siciliano e poi foto di gruppo

I 4 nuovi leghisti dell’Assemblea regionale siciliana hanno incontrato Matteo Salvini.

E’ la prima uscita dei quattro deputati verdi siciliani accanto al leader della Lega. L’adranita Giovanni Bulla, Marianna Caronia, Orazio Ragusa e Antonio Catalfamo. I quattro nuovi arrivati, come si vede nella foto, sono stati accolti da Matteo Salvini e da Stefano Candiani, il commissario siciliano della Lega che in questi mesi è stato tra i principali tessitori della tela che ha portato alla creazione del primo gruppo ‘verde’ nella storia del Parlamento siciliano.

L’incontro è avvenuto sabato a Maranello, dove il “Capitano” si trovava per la chiusura della campagna elettorale (in 3 mila ad applaudirlo, le Sardine hanno chiamato a raccolta poco meno di mille persone). Assieme ai 4 deputati regionali c’era anche il parlamentare nazionale Nino Minardo, ragusano, che ha messo insieme il quadro del nuovo gruppo assembleare.
Si è parlato di prodotti siciliani e di marchio siciliano da difendere in tutto il Parlamento europeo. Ad accompagnare i “leghisti di Sicilia” c’era anche l’europarlamentare Francesca Donato.

Sul piano strettamente politico, Salvini ha augurato ai 4 suoi rappresentanti nell’Isola di crescere al proprio interno ma senza troppa fretta. Del resto, il ‘passo felpato’ è stata la tecnica adottata nelle settimane di composizione del nuovo gruppo.

Il gruppo della Lega all’Ars è stato costituito giovedì scorso. Lo presiede l’ex FdI Catalfamo, sua vice è la Caronia, Giovanni Bulla segretario.
Per i ‘salviniani’ all’Ars, il prossimo passo è l’ingresso in giunta. La Lega punta ad avere l’assessorato all’Agricoltura. Si fa il nome del ‘minardiano’ Ragusa.

Pubblicità
Avatar

Riguardo l'autore Redazione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.