A Catania udienza di convalida per il 30enne che a Vittoria ha bruciato casa uccidendo madre e sorella

A Catania udienza di convalida per il 30enne che a Vittoria ha bruciato casa uccidendo madre e sorella

È prevista per stamattina presso il carcere di contrada Pendente a Ragusa, l’udienza di convalida del fermo per duplice omicidio e tentato omicidio aggravati, di Wajdi Zaouadi, 30 anni.

Il 13 giugno alle 2 di notte ha appiccato il fuoco con liquido infiammabile, nella abitazione di famiglia mentre due delle sorelle e i genitori erano all’interno. La mamma Mariem Sassi, 53 anni e la sorella Samah, 34 anni, sono decedute dopo qualche ora a seguito delle gravissime ustioni subite. Lottano per la vita la sorella Omaima 19 anni e il papà Kamel, 57enne: condizioni gravissime in Rianimazione nei centri Grandi ustioni del Cannizzaro di Catania e del Civico di Palermo.

Wajdi, è stato anche riconosciuto dai vicini che sono intervenuti per soccorrere la famiglia; lui si era poi dato alla fuga ed era stato rintracciato dopo alcune ore, alla stazione dei bus di Vittoria. All’udienza di convalida del fermo disposto dal pm Martina Dall’Amico, Wajdi comparirà davanti al gip Vincenzo Ignaccolo, assistito dall’avvocato nominato d’ufficio, Giovanni Ascone.

Avatar

Riguardo l'autore Redazione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.