Catania, Polizia scopre discoteca e buttafuori abusivi: alla Plaja impianto non autorizzato

Catania, Polizia scopre discoteca e buttafuori abusivi: alla Plaja impianto non autorizzato

È stato un fine settimana di controlli e interventi quello appena trascorso da parte delle forze dell’ordine nel capoluogo etneo. Controllata dagli specialisti della Polizia Amministrativa della Questura una discoteca nella zona della Plaja, dove la titolare ha esibito una relazione tecnica, quale professionista abilitata, per l’agibilità di impianti con capienza inferiore a 200 persone, mentre, durante la serata ne sono state trovate 450 che ballavano.

La donna è stata denunciata in stato di libertà per le violazioni delle prescrizioni concernenti detta relazione che sostituisce quelle della Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo. Trovate, anche, 150 persone che ballavano in un palco non destinato ad area di ballo, la mancanza del posizionamento degli estintori e nessuna segnaletica di sicurezza era stata prevista per il citato evento danzante.

La responsabile è stata, altresì, contravvenzionata perché priva di autorizzazione della licenza di pubblico spettacolo e sprovvista della SCIA amministrativa per la gestione del bar con una sanzione di euro 5000. Infine, gli accertamenti effettuati in merito al servizio dei cosiddetti buttafuori impiegati nell’evento hanno permesso di individuare 2 individui impiegati come buttafuori non iscritti all’albo prefettizio e, pertanto, per quest’ultimi è scattata una sanzione di euro 1666 per ognuno e la titolare dell’agenzia che aveva impiegato i suddetti buttafuori sempre con una sanzione di euro 1666. Nell’area di piazza Federico di Svevia e nelle zone circostanti hanno operato i carabinieri: controllate 37 persone tra fruitori della movida e utenti della strada e 23 veicoli. Inoltre, sono state riscontrate 15 contestazioni con importo complessivo 800 euro soprattutto per divieto di sosta e sosta sulle strisce pedonali, nei confronti di automobilisti che avevano parcheggiato irregolarmente la propria auto davanti al Castello Ursino, impedendo in tal modo il fenomeno della “sosta selvaggia” in quelle aree, a favore del decoro urbano e della fruibilità degli spazi comuni da parte di cittadini e turisti; sono stati 6 i controlli volti a prevenire la guida sotto l’effetto di alcool, con l’utilizzo dell’etilometro ma nessun conducente è stato trovato alla guida in stato di ebbrezza; effettuate 6 perquisizioni personali finalizzate alla ricerca di sostanze stupefacenti nei confronti di giovani che con fare sospetto, alla vista dei Carabinieri avevano immediatamente cercato di allontanarsi a piedi lungo i vicoli adiacenti; nella circostanza, un 24enne di Catania è stato trovato con addosso 2 grammi di marijuana e diverse cartine per sigaretta, venendo segnalato alla Prefettura quale “assuntore”.

Avatar

Riguardo l'autore Redazione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.