Paternò, le opposizioni fanno la corte all’avv. Torrisi: potrebbe essere lui il candidato anti-Naso

Per il momento si tratta soltanto di un serrato corteggiamento.

Partiti e associazioni schierati sulla sponda opposta a quella del sindaco in carica, gradirebbero una discesa in campo dell’ex senatore di Forza Italia Salvo Torrisi.

Figlio e nipote d’arte, l’avvocato Torrisi – già presidente della Commissione Affari Costituzionali del Senato – è il nome che potrebbe mettere d’accordo gli avversari politici di Nino Naso.

Nei suoi confronti, a quanto pare, è cominciata una corte spietata per convincerlo ad accettare una candidatura a sindaco per le prossime elezioni comunali. Dalla sua avrebbe anche il gradimento dei rappresentanti locali della Lega, forte del suo rapporto d’amicizia con il segretario ‘salviniano’ di Sicilia, Nino Minardo.

Il pressing sull’avv. Salvo Torrisi caverebbe fuori dall’impasse gli anti-Naso paternesi, silenti da troppe settimane nell’attesa di trovare un nome che tenga compatto il ‘rassemblement’.

L’emergenza pandemica imposta dal covid ha costretto, per esempio, partiti e associazioni della cosiddetta ‘Alternativa’ a tirare il freno a mano nell’attesa che si aprano i ‘cancelli’ del dibattito pubblico.

Si vuole, in sostanza, cementare una squadra per poi scegliere – con il conforto della città e non tra quattro mura – il candidato che incarni il progetto. Il timore, però, è che il progetto alternativo salti in aria proprio al momento della scelta finale.

Per questo c’è chi punta a un candidato dal profilo indiscutibile come potrebbe essere, appunto, l’avv. Torrisi. Questo spiega il ‘corteggiamento’ nei suoi confronti.

Riguardo l'autore Redazione

1 Comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.